Il settore del vetro artistico e del mosaico vetroso è oggi in grande difficoltà, sia per gli altissimi costi di fusione dovuti all’aumento dei costi energetici, sia per le restrizioni in ambito del Regolamento REACH per l’uso di anidride arseniosa EC 215-481-4 CAS 1327-53-3 e bicromato di potassio EC 231-906-6 CAS 7778-50-9 essenziali per replicare colori dagli effetti estetici unici.
Evidenziando che i volumi di produzione di questi vetri artistici sono molto modesti e non rientrano nel campo di applicazione della Direttiva Europea 2010/75/EU sulle emissioni industriali, va osservato che le limitazioni del Regolamento si applicano anche ai piccolissimi produttori senza stabilire una soglia di utilizzo, con importanti ricadute su un settore di nicchia ed eccellenza nazionale.

Si chiede alla Commissione se:

– intenda stabilire una deroga per l’utilizzo delle suddette sostanze limitatamente per la produzione di vetri artistici e mosaici vetrosi indicando una soglia di utilizzo.

Condividi:

Altre iterrogazioni

Informazione mediatica

Richiesta di parere sulla concorrenza sleale nel campo dell’informazione mediatica All’interno dello Stato italiano sembra sussistere una grave anomalia nell’ambito dell’informazione mediatica televisiva, rispetto ad

Carenza microchip

Carenza microchip: la Commissione agisca per salvare il comparto automobilistico europeo e si impegni per evitare la perdita di competitività e posti di lavoro La

Scrivici per maggiori info